Sin dal 1919, Rudolf Steiner classificò chiaramente le fasi dello sviluppo in settenni, scanditi da importanti trasformazioni fisiologiche, quali la seconda dentizione (verso i 7 anni), lo sbocciare della pubertà (verso i 14 anni), il consolidamento definitivo della muscolatura e dello scheletro (verso i 21 anni). La regolare successione dello sviluppo fisiologico accompagna l'evoluzione psichica e mentale, e ne è l'espressione esteriore; essa testimonia il processo del lento e graduale manifestarsi delle peculiari facoltà dell'animo umano del volere, del sentire, del pensare. Ad ogni grado di maturazione e di sviluppo del bambino corrisponde uno sviluppo psichico ed una evoluzione spirituale ben precisi che non ammettono confusioni di tempi e di metodi da parte dell'educazione. La Pedagogia Steineriana rispetta sempre le fasi del naturale sviluppo dei bambini, seguendo armonicamente la loro crescita.

 

Il quaderno di Elena
Clicca per scaricare il
PDF

 

Copyright © 2017 Scuola Steiner Trento. Tel: 0461 930658
segreteria@scuolasteiner-trento.it Designed by Designtn.it